Politica

Siracusa, miasmi industriali, Cavallaro (Fdi): “Bollettini online qualità dell’aria non aggiornati da settimane”

SIRACUSA – “Da alcuni giorni i miasmi industriali sono ancora più frequenti, il fetore particolarmente intenso e fastidioso. I cittadini sono preoccupati e sono costretti a barricarsi in casa, esprimendo sui social la loro indignazione, che viene spesso raccolta da giornalisti scrupolosi”. Così il dirigente provinciale di Fratelli d’Italia, Paolo Cavallaro, interviene sui miasmi di probabile origine industriale avvertiti periodicamente, e in particolare in questi giorni di metà agosto, non solo da siracusani ma da residenti dei comuni su cui insiste il polo petrolchimico.

Il dirigente siracusano del partito di Giorgia Meloni evidenzia la questione del monitoraggio della qualità dell’aria: “I cittadini pretendono che le società industriali rispettino le norme a tutela della salute e dell’ambiente e, in attesa della definizione delle indagini pendenti presso la Procura della Repubblica di Siracusa e della realizzazione delle opere di sicurezza degli impianti, che auspichiamo di prossima definizione, pretendono giustamente di essere costantemente informati in tempo reale delle sostanze presenti nell’aria in occasione dei frequenti miasmi. I bollettini di sintesi dei risultati delle rilevazioni della qualità dell’aria, che dovrebbero essere pubblicati sul sito web dell’Arpa, non sono aggiornati da parecchie settimane e non sono monitorate nel siracusano diverse sostanze odorigene, molto avvertite con ansia e preoccupazione dalla popolazione del quadrilatero industriale; si tratta in particolare delle centraline di c.da Marcellino Sr, Megara Sr, Villa Augusta. È necessario capire perché tali dati non sono disponibili online in tempo reale, visto che il sito internet è l’unico strumento a disposizione dei cittadini per monitorare la qualità dell’aria e verificare il rispetto delle normative poste a tutela della salute pubblica”.

Cavallaro prosegue: “Non è più procrastinabile l’adozione del piano regionale di tutela della qualità dell’aria e la normazione di molte fastidiose sostanze odorigene, così da fissare eventualmente i limiti massimi di presenza nell’aria a tutela della salute pubblica. Come pensato per l’area industriale gelese, non è nemmeno procrastinabile un piano di riconversione delle industrie del siracusano e l’inizio delle bonifiche ambientali promesse ma mai attuate”.

“I cittadini hanno urgente bisogno di risposte concrete – conclude – e di essere tranquillizzati dalla presenza attenta e scrupolosa delle istituzioni pubbliche e dalla costante azione di vigilanza che al momento non viene avvertita dalla popolazione come efficace e rassicurante. Attendiamo risposte pubbliche dall’Arpa e da tutti gli Enti competenti. Fratelli d’Italia lancerà nei prossimi giorni iniziative importanti sia nel siracusano che a Roma e a Palermo e chiede a tutte le forze politiche di fare la propria parte. Nessuno insegua spilline e medagliette, qua è in gioco il futuro del nostro territorio e solo tutti insieme, superando logiche di pregiudiziali contrapposizioni, vecchie e superate, potremo vincere questa battaglia”.

(foto di repertorio)


In alto