Cronaca

Siracusa, “truffa dello specchietto” per rubare il portafogli della vittima, arrestato 33enne melillese

SIRACUSA – Agenti della Polizia di Stato, in servizio alla Squadra mobile della Questura di Siracusa, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dalla Procura della Repubblica di Siracusa, nei confronti del 33enne melillese Antonio Restivo, ritenuto dagli inquirenti responsabile dei reati di furto e truffa con altro soggetto rimasto ignoto.

Secondo l’accusa, il Restivo, il 30 luglio scorso, simulando un sinistro stradale per mostrare all’altro automobilista coinvolto la rottura dello specchietto della propria auto, sarebbe poi riuscito a distrarlo per impossessarsi del portafogli sul sedile, contenente la somma di 140 euro.

Le immediate indagini hanno consentito di risalire all’autovettura condotta dall’indagato e di verificare che presentava lo specchietto retrovisore “integro ma con le viti allentate e il vetro staccato così da poter simulare, in caso di urto accidentale, un apparente danno”.

Dopo le incombenze di rito, il 33enne è stato accompagnato al carcere di Cavadonna.

(foto di repertorio)


In alto