Elezioni amministrative 2018

Siracusa, verso le amministrative, il giovedì del centrosinistra. Troia e Gibellino con Moschella, Randazzo non molla

SIRACUSA – “Futura Moschella sindaco”, “Prossima” e “Motu proprio” correranno insieme, pare sulla candidatura alla carica di primo cittadino di Fabio Moschella, già gradito al Pd, anche se non c’è ancora l’ufficialità. “Un progetto civico a disposizione della città”, così come viene definita nel comunicato stampa la nuova convergenza delle tre liste-movimenti nell’area ascrivibile al centro-sinistra, che verrà presentato domani alle ore 10, all’interno del Foro Siracusano (ingresso lato Pantheon).

Saranno i rispettivi coordinatori, Fabio Moschella, Valeria Troia e Ninni Gibellino, a presentare il progetto che poggia su una “visione di una città delle persone dove l’ascolto, la condivisione, la programmazione e l’innovazione sono valori centrali”.

Insieme ai coordinatori dei tre movimenti, sono annunciate “altre espressioni del territorio”, con particolare attenzione alle rappresentanze dei quartieri.

Sempre domani, ma nel pomeriggio, alle 17,30 al Grande Albergo Alfeo, si terrà la conferenza stampa di presentazione della candidatura di Giovanni Randazzo a sindaco di Siracusa. “Sarà l’occasione – si legge nel comunicato stampa – per presentare il programma politico-amministrativo per la città, la lista “Lealtà e condivisione per Siracusa” ed i primi tre assessori designati”.

Per completare il quadro del centro-sinistra siracusano, resta da sciogliere, infine, il nodo sulla candidatura del sindaco Giancarlo Garozzo, sempre meno probabile in particolare dopo la fuga dell’alleato di un tempo Gaetano Cutrufo verso la coalizione a sostegno di Ezechia Paolo Reale.


In alto