News

Siracusa, via libera della Regione a 500 mila euro per Ortigia

SIRACUSA – “Facendo seguito alla richiesta del Comune del 16 dicembre 2016, l’Assessorato regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, con D.D.G. n. 6635 del 28 dicembre, ha dato il via libera al trasferimento della somma di 500 mila euro al Comune di Siracusa, in ossequio agli articoli 8,9, 10 e 19 comma 2 della Legge Regionale 8 agosto 1985 n. 34 e nel rispetto della art.18 della L.R. 18 maggio 1996 n. 34 che autorizza il Comune di Siracusa a concedere contributi in conto capitale della spesa riconosciuta ammissibile dalla Commissione unica per Ortigia, per tutte le opere di restauro e ripristino delle facciate esterne degli edifici, comprese insegne ed ogni altro elemento di decoro, conformi alle norme del piano particolareggiato”. Lo comunica l’On. Vincenzo Vinciullo, Presidente della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS.

Prosegue: “Come si ricorderà, questo finanziamento era stato inserito su mio emendamento nella Legge Regionale 17 marzo 2016 n. 3 – Disposizioni programmatiche e correttive per l’anni 2016, Legge di Stabilità Regionale.Dopo la richiesta del Comune, ripeto del 16 dicembre 2016, giunta qualche giorno dopo in Assessorato, il Dirigente Generale del Dipartimento dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, nonostante il periodo natalizio, con rara efficienza ed efficacia, ha proceduto a ripartire la somma di 1 milione di euro, fra Siracusa e Agrigento, per il pagamento dei contributi finanziabili ai beneficiari, come da elenco allegato alla richiesta, redatto dalla Commissione Unica per Ortigia nella seduta del 15 dicembre 2016, al verbale n.847, sino alla concorrenza di 500 mila euro”.

“Sono 7 le ditte che riceveranno il contributo intero, mentre una ottava, data anche l’entità del contributo richiesto, ne riceverà una parte nel 2016 e una parte, si spera, con la nuova Finanziaria 2017. Ancora una volta – ha concluso l’On. Vinciullo – una risposta positiva che giunge in zona cesarini anche perché senza spirito di polemica al comune la richiesta alla regione da parte del comune stesso è arrivata a partita già finita”.


In alto