News

Siracusa, criticità tribunale, prove tecniche d’intesa tra presidente e avvocati

SIRACUSA – Integrazione del personale di cancelleria per accelerare le pratiche relative alle liquidazioni spettanti agli avvocati che svolgono patrocinio a spese dello Stato. È l’impegno assunto da Dorotea Quartaro, presidente del tribunale di Siracusa, al termine della riunione di ieri con il consiglio dell’Ordine degli avvocati, i rappresentanti delle associazioni forensi (segnatamente Anf Siracusa, Associazione forense megarese, Associazione forense lentinese, “Promontorium”, Camera civile, Camera penale, Aiga, Adu, Agi, Giuristi democratici, Libera associazione forense Siracusa, Centro studi diritto fallimentare, Aiaf, Unione giuristi cattolici italiani, Avvocati familiaristi, Cammino e Camera minorile Siracusa), il procuratore capo Sabrina Gambino, i presidenti delle sezioni civile e penale Concetta Maiore, Antonio Alì e Giuseppina Storaci, il direttore amministrativo del tribunale Gaetano Roggio, e il rappresentante della sottosezione dell’Anm, Andrea Migneco.

Tra le criticità evidenziate dagli avvocati della provincia aretusea, infatti, i ritardi nello smaltimento della pratiche da parte del servizio avente ad oggetto il patrocinio a spese dello Stato, oltre alle attuali modalità di organizzazione e di svolgimento delle udienze penali, sia monocratiche che collegiali, a rischio assembramenti. Motivazioni che hanno spinto i legali ad astenersi dalle udienze dal 22 al 24 febbraio, minacciando di ripetere la protesta negli stessi giorni di marzo se la situazione non cambierà.

Per quanto riguarda un’altra delle criticità segnalate, quella dell’accesso agli uffici, la presidente del palazzo di giustizia di Siracusa ha preannunciato la realizzazione di una piattaforma on line che servirà per facilitare la prenotazione degli appuntamenti presso le cancellerie. Dovrebbe entrare in funzione già dai primi giorni di marzo.

“È stato un incontro importante anche se non risolutivo – ci ha detto Francesco Favi, presidente del consiglio dell’Ordine degli avvocati – al quale abbiamo preso parte 12 dei 15 componenti del Consiglio. La presidente ha illustrato quali potrebbero essere le soluzioni migliori alle problematiche da noi sollevate. Le esporremo all’assemblea di venerdì prossimo che dovrà decidere se confermare o meno l’astensione programmata per il mese di marzo”.

Emerge un moderato ottimismo dalle parole del presidente dell’associazione avvocati d’ufficio (Adu), Giuseppe Giuliano. “Abbiamo constatato – ha affermato – la disponibilità del presidente del tribunale a risolvere i problemi posti sul tappeto e il confronto è servito a focalizzare alcuni aspetti che sembravano irrisolvibili. Verificheremo ogni soluzione prospettata”.

La parola passa ora all’assemblea degli iscritti all’Ordine degli avvocati di Siracusa, che si esprimerà sull’opportunità di proclamare altri tre giorni di astensione dalle udienze dal 22 al 24 marzo.


In alto