Primo piano

Siracusa, astensione dalle udienze degli avvocati per tre giorni. L’intervista a Francesco Favi

SIRACUSA – Astensione dalle udienze civili, penali, tributarie e amministrative e da ogni attività giudiziaria degli avvocati del Foro di Siracusa per le giornate di 22, 23 e 24 febbraio. La proclamazione dell’astensione era stata deliberata lo scorso 2 febbraio, in sede di assemblea degli iscritti all’Ordine degli avvocati di Siracusa, e le motivazioni sono state rese pubbliche stamani in una conferenza stampa tenuta al Tribunale dal presidente dell’Ordine, Francesco Favi.

Ecco la nostra videointervista.

In particolare, gli avvocati di Siracusa e provincia hanno deciso di protestare preso atto “dei gravi ritardi e delle irrisolte criticità che si registrano in relazione al servizio avente ad oggetto il patrocinio a spese dello Stato nonché in relazione alla successiva fase dei pagamenti demandata all’Ufficio Spese di Giustizia ed all’Ufficio del Funzionario Delegato, rispetto alla quale non risultano adottati provvedimenti e correttivi volti allo smaltimento del gravoso arretrato maturato ad oggi ed alla normalizzazione del Servizio”.

Secondo l’Ordine degli avvocati aretusei, tale problematica caratterizzerebbe “la sola sede giudiziaria di Siracusa, non registrandosi le medesime criticità presso le altre sedi giudiziarie del medesimo Distretto di Corte d’Appello”.

Inoltre, la protesta pone in evidenza anche “le attuali modalità di organizzazione e di svolgimento delle udienze penali, sia monocratiche che collegiali”, che “si sono rivelate, anche in considerazione della gravosità dei ruoli, inidonee ad evitare, di fatto, gli assembramenti sia all’interno delle singole aule che nelle immediate adiacenze delle stesse, determinando di fatto un grave rischio per la salute pubblica”.


In alto