News

Siracusa, la Polizia municipale celebra San Sebastiano. Encomio per il sottufficiale Pippo Barbagallo

SIRACUSA – Un encomio al sottufficiale di polizia municipale Pippo Barbagallo e un’attestazione all’ingegner Michele Dell’Aira, responsabile del sistema di Protezione civile. Dopo la pausa “forzata” dello scorso anno, Siracusa è tornata a festeggiare San Sebastiano, compatrono della città. Questa mattina, nella chiesa di Santa Lucia alla Badia, l’arcivescovo monsignorFrancesco Lomanto ha presieduto il pontificale alla presenza degli agenti della polizia locale (di cui San Sebastiano è protettore), del sindaco Francesco Italia, dell’assessore al ramo Dario Tota e del presidente della deputazione della cappella di Santa Lucia Pucci Piccione.

In mancanza del consueto rito in piazza Duomo, che prevede il passaggio in rassegna degli uomini del corpo, in chiesa al termine della Santa messa, sono stati consegnati riconoscimenti ufficiali a due uomini che si sono distinti nell’esercizio delle loro funzioni. Degna di nota l’attività del sottufficiale Barbagallo, in prima linea nelle operazioni di salvataggio durante il maltempo dello scorso novembre. Un’attestazione per il servizio svolto anche all’ingegner Dell’Aira, sempre presente accanto agli agenti e ai volontari della Protezione civile durante le fasi più difficili legate agli eventi atmosferici. “Tutti gli agenti – ha detto il comandante Enzo Miccoli – hanno dato il loro contributo in un anno in cui ci sono stati tanti problemi da affrontare, non solo quelli relativi alle alluvioni. Dico sempre ai miei uomini che occorre avere capacità di adattamento per non farsi cogliere impreparati dagli eventi in cui è richiesto il nostro intervento Loro svolgono sempre nel migliore dei modi il proprio lavoro”.

Alla preghiera del vigile urbano, recitata a conclusione della celebrazione eucaristica, si sono legate le parole del primo cittadino. “Uniti in nome di San Sebastiano, torniamo a festeggiare la polizia municipale – ha sottolineato Francesco Italia – La preghiera recitata mette in evidenza come quella degli agenti di polizia locale sia una missione, un servizio. Credo e spero che questa preghiera possa diventare quotidianità in quello che non è un lavoro come gli altri ma un servizio concreto alla città e ai suoi abitanti”. Durante la messa, i vigili urbani hanno consegnato dei doni al loro Patrono.

Il simulacro di San Sebastiano rimarrà esposto alla venerazione dei fedeli fino a domenica 23 gennaio quando, al termine della celebrazione eucaristica delle 19, presieduta da donGianluca Belfiore (direttore dell’ufficio diocesano beni culturali ed edilizia di culto), sarà riposto all’interno della sua nicchia. Tra gli eventi collaterali, merita menzione quello di sabato 22 gennaio alle 19,30 con la lettura teatralizzata “La santità nel tempo: da Sebastiano a Chiara”.


In alto