Politica

Siracusa, regolamento di Polizia urbana, per i consiglieri Minimo e D’Amico (Pd) è un “deterrente sugli idioti”

SIRACUSA – Lo scorso 31 agosto è stato approvato dal Consiglio comunale il regolamento di Polizia urbana (vedi articolo), che disciplina, fondamentalmente, i comportamenti sociali degli abitanti e frequentatori di Siracusa e ne sanziona, amministrativamente, eventuali scorrettezze e infrazioni.

Si aggiunge alla soddisfazione espressa dall’assessore Piccione (vedi articolo), sempre dal fronte della maggioranza, quella dei consiglieri comunali del Pd Fortunato Minimo e Sonia D’Amico. “Nell’immaginario collettivo il provvedimento è rivolto prevalentemente, se non solamente, ai cosiddetti “parcheggiatori abusivi” – scrivono congiuntamente -. Nulla di più errato: il regolamento era ed è finalizzato a rendere la nostra città più pulita, più disciplinata e meno preda di vandalismi attraverso un deterrente che la renda più vivibile”.

Proseguono: “Non è stato né facile né agevole, per il Consiglio comunale, lavorare su questo regolamento. I motivi sono stati tanti: l’ostilità, l’impegno, l’enfasi e l’ostruzionismo messi in campo dall’opposizione, o meglio, da parte di alcune frange dell’opposizione che, in maniera totalmente irresponsabile, hanno sposato la causa della illegalità mettendosi di traverso di fronte ad ogni passaggio che mirava al rispetto della legalità”.

Precisano: “Teniamo inoltre a ribadire che il regolamento non si limita, come qualcuno ha tentato di fare passare, alla “persecuzione dei posteggiatori abusivi” ma vuole essere principalmente un deterrente al cattivo comportamento degli “idioti” e dei loro ispiratori attraverso l’applicazione di sanzioni pecuniarie. Con la stesura e l’approvazione del nuovo regolamento di Polizia urbana, l’Amministrazione e il Consiglio comunale hanno voluto manifestare la chiara volontà di stare dalla parte della legalità contro tutto ciò che è assenza di educazione civica, degrado e incultura”.

I due consiglieri del Partito democratico concludono: “Nel manifestare grande soddisfazione per il lavoro svolto, ci auguriamo che questo strumento possa essere di aiuto a fare di Siracusa una città sempre più decorosa e bella, chiunque la dovesse amministrare”.

(foto di repertorio)


In alto