Lifestyle

Conti correnti per minorenni: aumentano le richieste, ma come trovare i migliori?

La continua evoluzione che sta interessando il mondo degli istituti di credito ed i prodotti bancari in generale ha portato alla nascita di un maggior numero di soluzioni pensate per i più giovani. Tra i prodotti che il mercato ha accolto con più entusiasmo ci sono, infatti, le carte prepagate ed i conti correnti per minorenni.

Le richieste sono in costante aumento e di conseguenza aumentano anche le soluzioni proposte dalle varie banche. Visto che si parla di prodotti destinati ad una categoria di soggetti molto particolare, prima di sottoscrivere un conto per minori è necessario fare alcune riflessioni e fare dei confronti per individuare quali sono i migliori.

Cresce il numero dei prodotti bancari per i più giovani

Normalmente, per aprire un qualsiasi tipo di rapporto bancario è necessario aver raggiunto la maggiore età. In realtà non è sempre così, visto che ci sono dei prodotti che sono stati studiati appositamente per i più piccoli. Questi prodotti vengono di solito divisi in due categorie, in base all’età del loro intestatario.

Per i bambini fino ai 12 anni ci sono soluzioni di investimento quali i libretti o i conti deposito. I ragazzi che hanno compiuto almeno 13 anni invece hanno l’opportunità di essere titolati di un vero e proprio conto corrente per minorenni. Naturalmente, fino al compimento della maggiore età, il ruolo del genitore sarà fondamentale, sia in fase di apertura del conto che in fase di controllo.

I conti correnti per i più giovani sono sempre più richiesti: Chescelta.it propone una lista dei migliori per supportare l’utente nella scelta del prodotto più adatto alle proprie necessità. Sono in molti a pensare che si tratti dello strumento ideale per educare i ragazzi a gestire i loro risparmi.

Come aprire un conto corrente per ragazzi

Come è facile immaginare, il conto per minorenni, pur essendo intestato al ragazzo, deve essere aperto dal genitore o dal tutore. Dopo aver scelto la soluzione più adatta per il piccolo, mamma o papà deve recarsi in banca portando con sé il suo documento di identità, il documento di identità del figlio ed un documento che attesti la genitorialità.

Il ruolo dell’adulto ovviamente non si esaurisce nel momento dell’apertura del conto. Anche se non può essere cointestatario del conto del ragazzo, il genitore deve occuparsi anche della scelta del prodotto e del controllo della sua gestione. Si parla infatti di un conto corrente vero e proprio, che dà al ragazzo la possibilità di prelevare, fare bonifici, effettuare ricariche e così via.

Le opzioni a disposizione oggi sono davvero tante: tra conti correnti e carte prepagate dotate di codice IBAN (e che quindi permettono di effettuare tutte le operazioni più comuni) potrebbe risultare complicato riuscire ad individuare le alternative migliori. I fattori di cui si deve tenere conto sono diversi: costi, operazioni ammesse, limiti di ricarica e prelievo, servizi inclusi e così via.

Quali sono i migliori conti correnti per minorenni?

Per scoprire le caratteristiche delle varie soluzioni ed individuare i migliori conti correnti per minorenni la cosa migliore da fare è affidarsi alle recensioni, alle guide ed alle classifiche pubblicate sul sito di Che Scelta. In questo momento, le proposte più interessanti sono rappresentate dalle carte prepagate con codice IBAN Hype Start e Yap.

La carta conto Hype Start appartiene al circuito Mastercard, non prevede costi di emissione e canone mensile; ha un limite di ricarica di 2.500 euro, mentre il limite massimo di prelievo giornaliero è di 250 euro. Anche la carta conto Yap appartiene al circuito Mastercard e non prevede costi di emissione e canone mensile; cambia però la soglia massima di ricarica, fissata a 1.500 euro al mese.

A volte i prodotti possono presentare caratteristiche molto simili tra loro, quindi la decisione finale può essere condizionata anche dalle promozioni del momento. Il sito chescelta.it mette in evidenza anche questo aspetto. Ad esempio, la carta conto Hype Start permette di prelevare gratis pure fuori dai confini nazionali, mentre la carta conto Yap dà accesso ad un bonus Amazon.


In alto