News

Siracusa, degrado bandiere Italia e Ue su edifici pubblici: Lamba Doria scrive a Presidenza consiglio ministri

SIRACUSA – L’associazione “Lamba Doria” di Siracusa scrive alla Presidenza del Consiglio dei ministri sul “degrado della bandiera nazionale ed europea esposte sugli edifici pubblici, di Siracusa”.

“Capita, non di rado, di notare lo stato di estremo degrado di alcune bandiere nazionali ed europee esposte sugli edifici di amministrazioni pubbliche, e particolarmente sugli istituti scolastici – afferma Alberto Moscuzza, presidente dell’associazione storico-culturale – Si ritiene pertanto opportuno sottolineare ancora una volta quale massima attenzione debba essere riservata al più importante dei simboli dello Stato, che deve essere sempre oggetto di rispetto e mantenuto nelle condizioni di più alto decoro”.

Come ricordato nella nota dell’associazione, la materia è regolata dalla legge 5 febbraio 1998, n. 22, e dal Dpr 7 aprile 2000, n. 121, che stabiliscono criteri e modalità di esposizione della bandiera della Repubblica italiana e di quella dell’Unione europea, con particolare riferimento a quanto disposto dall’art. 9 dello stesso Dpr n. 121/2000.

“La stessa Presidenza del Consiglio dei ministri ha più volte raccomandato di procedere ad un’attenta verifica dei vessilli – aggiunge Moscuzza – avendo cura di controllare sia la corretta esposizione nel rispetto delle regole, sia che gli stessi non si presentino logori, scoloriti, strappati, sporchi o male avvolti intorno all’asta, con invito ad immediata sostituzione di eventuali bandiere in stato di degrado”.


In alto